Amnesty International Lazio

EDU

LE NOSTRE CLASSI AMNESTY KIDS

Che cos’è una classe “Amnesty Kids” e come si fa ad aderire al progetto.

Essere una classe “Amnesty Kids” significa operare con, per e sui diritti umani, significa conoscerli e avere consapevolezza della loro importanza nella vita di ognuno e significa impegnarsi concretamente per gli altrui diritti violati. Il progetto Amnesty Kids è rivolto a insegnanti, alunne e alunni del secondo ciclo della scuola primaria e della scuola secondaria di I grado. A inizio anno scolastico, tramite una minima quota a classe, si acquista da Amnesty il materiale didattico e si concordano con i nostri attivisti le attività da fare in classe.

header-ak

Negli ultimi due anni nel Lazio sono aumentate le classi “Amnesty Kids”?

Sì, molti gruppi del Lazio negli ultimi anni si sono specializzati nell’Educazione dei Diritti Umani (EDU) e, grazie alla loro opera di sensibilizzazione quest’anno scolastico abbiamo avuto il “boom” di iscrizioni in diverse parti della Regione.

Quali e quanti sono le classi “Amnesty Kids” per l’a.s. 2016/2017?

Le classi Amnesty Kids promosse e seguite dai nostri attivisti sono: 5 classi IV dell’ICS “S.Pertini” di Fonte Nuova, 14 classi dei tre Istituti Comprensivi di Formia. Poi nel resto della Regione vi sono tante altre classi che hanno aderito grazie alla promozione dei docenti o dei genitori.

In cosa consistono le attività in classe con gli attivisti di Amnesty?
Prendendo spunto dal materiale didattico che la classe riceve, i nostri attivisti sviluppano con gli alunni dei giochi di ruolo per  sviluppare le competenze di cittadinanza, stimolando una partecipazione attiva che sia orientata alla promozione e alla difesa della dignità delle persone. Inoltre, due volte l’anno, la classe può partecipare a proposte di attivazione su campagne e azioni in corso di Amnesty International, dette Azioni Urgenti Kids.
Quest’anno il tema principale è legato alla campagna “IWelcome”: migranti, rifugiati politici, tolleranza, accoglienza.
Un esempio di attività in classe?
Un gioco di ruolo molto utilizzato è “La Molecola dell’Identità”: ogni alunno su un foglio – l’attivista farà la propria sulla lavagna – disegna la propria molecola dell’identità ovvero in 5 cerchi inserire 5 aspetti della propria persona (aspetto, carattere, hobby, nazionalità, genere). Una volta che tutti hanno finito, si leggono più molecole e, stimolando il dibattito, si sottolinea gli aspetti in comune e quelli no, per arrivare al concetto che gli esseri umani sono diversi tra loro ma accomunati dal possedere gli stessi diritti.
Informazioni a:  ai.lazio@amnesty.it

Tagged , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prossimi eventi

Non ci sono eventi imminenti.

Il tuo 5x1000 ad Amnesty International

5×1000 per Amnesty International

Facebook di Amnesty Lazio

Social Network

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi