Amnesty International Lazio

Celendario

Mag
14
Mer
La responsabilità sociale d’impresa nel contesto G-Locale
Mag 14@17:30–19:30

Locandina_Responsabilita sociale d'impresa_14-05-14

Le articolazioni territoriali di Amnesty International Italia (gruppo 001 e gruppo 056) e lAssociazione A SUD presentano mercoledì 14 maggio 2014 ore 17,30 presso Fandango Incontri (Via dei Prefetti, 22 – Roma) un dibattito sul tema della responsabilita sociale d’impresa nel contesto G-locale.

Interverranno Antonio Marchesi – Presidente di Amnesty International Italia, Lucie Greyl dell’Associazione A SUD e Andrea Masullo, docente di Fondamenti di Economia Sostenibile presso l’Università di Camerino.

La globalizzazione economica contemporanea ha generato il dilatamento del concetto di causa-effetto delle azioni individuali e collettive.

L’Italia è sede di un’importante azienda multinazionale petrolifera come l’Eni e di altre aziende il cui operato si ripercuote sulla vita di ampie fasce di popolazione, anche in luoghi molto lontani dal paese. Nel caso dell’Eni, ad esempio, l’area del Delta del fiume Niger in Nigeria.

Imporre alle multinazionali italiane il rispetto dei Diritti Umani è uno dei 10 punti della campagna “Ricordati che devi rispondere” che Amnesty International ha lanciato prima delle elezioni politiche 2013.

A SUD è un’associazione italiana indipendente nata nel 2003 che promuove, sostiene e accompagna processi sociali tanto nei Sud del mondo quanto in Italia, partecipa attivamente a percorsi diretti alla difesa dei beni comuni e dei territori, alla riconversione produttiva ed energetica, alla giustizia ambientale e sociale verso la costruzione di una idea diversa delle relazioni sociali, economiche e politiche.

È necessario colmare i vuoti di legislazione e di controllo sull’operato delle imprese multinazionali, che attualmente non sono chiamate a rispondere delle loro operazioni e agiscono in una sostanziale impunità. Gli stati nel cui territorio le imprese hanno sede dovrebbero adottare misure normative applicabili alle aziende con effetti extraterritoriali, tali da imporre il rispetto dei diritti umani in tutti i paesi nei quali queste operano e l’adozione, nelle loro operazioni, delle misure necessarie alla salvaguardia dei diritti umani, tra cui una regolare valutazione, anche preventiva, dell’impatto delle operazioni sui diritti umani

Mag
10
Dom
Il mare della disperazione – Migrazioni e diritti umani
Mag 10@18:00
Il mare della disperazione – Migrazioni e diritti umani @ Libreria Griot | Roma | Roma | Italia

Il mare della disperazione – Migrazioni e diritti umani

La cronaca di questi giorni mostra a tutti una volta di più la tragedia che da troppi anni macchia il nostro mare. L’ondata migratoria diretta verso il nostro continente è un fenomeno epocale: guerre, miseria, insicurezza, governi dispotici formano un mix letale che spinge le persone a rischiare in massa la vita pur di sfuggire a realtà insopportabili. E i governi europei reagiscono negando o ignorando i diritti di chi alla stessa Europa guarda come alla propria salvezza. Di questo tratterà l’iniziativa

presso la libreria Griot – Via di Santa Cecilia 1/A (Trastevere)

domenica 10 maggio alle ore 18:00

Fernando Chironda, dell’ufficio campagne della sezione italiana di Amnesty International, introdurrà la testimonianza di Peace Entebbe, ugandese, e Kareen Muhammmad Hussein, iracheno, che hanno vissuto entrambi sulla propria pelle il dramma della risposta europea alle migrazioni contemporanee.

Seguirà dibattito sul tema, con la partecipazione di Martina Chichi, giornalista dell’associazione Carta di Roma, e Ismael Mewada, dell’associazione Barikamà.

L’ingresso è libero.

Per informazioni

Circoscrizione Lazio Amnesty International

www.amnestylazio.it

Amnesty International Gruppo 1

cell 329-4270127

gr001@amnesty.it

www.amnestyroma1.it

Mar
8
Mar
IL MIO CORPO: LIBERTA’ E DIRITTI – dibattito sul tema
Mar 8@18:00–21:00

Martedì 8 marzo alle ore 18  presso OFFICINA MUSICALE (via Nobel, 36) a Roma, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, attiviste e attivisti di Amnesty International organizzano un dibattito dal titolo “IL MIO CORPO: LIBERTA’ E DIRITTI“, relativo alla campagna “My body my rights“.

Interverranno la Dott.ssa Elisabetta Canitano, presidentessa dell’Associazione “Vita di Donna” e l’Avv. Maria Paola Costantini.

8_marzo_gr01

Seguirà la proiezione del film4 mesi, 3 settimane e 2 giorni” di Cristian Mungiu.

Durante l’incontro sarà, inoltre, possibile firmare l’appelloMai più spose bambine” per chiedere l’abolizione dei matrimoni precoci e forzati in Burkina Faso.

Ingresso con tessera ARCI.

Per informazioni: 3382047373

Prossimi eventi

Non ci sono eventi imminenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi