Amnesty International Lazio

Celendario

Ott
24
Ven
Amnesty Roma Boccea dice STOP ALLA TORTURA
Ott 24@17:30–20:30
Amnesty Roma Boccea dice STOP ALLA TORTURA @ Fandango INCONTRO | Roma | Lazio | Italia

Il prossimo 24 ottobre, dalle ore 17,30 alle ore 20,30, presso la libreria Fandango INCONTRO (via dei Prefetti, 22 – Roma), il Gruppo di Roma Boccea di Amnesty International presenta il convegno: DICIAMO STOP ALLA TORTURA.

Introduce e modera:

  • Riccardo Noury, portavoce Amnesty International Italia

Interverranno:

  • Nadezhda Atayeva, presidente dell’associazione Human Rights for Central Asia
  • Maria Pia Paternò, professoressa di Storia delle dottrine Politiche, Università di Camerino
  • Antonio Marchesi, prof di Diritto Internazionale, Università di Teramo Presidente di Amnesty International Italia
  • Franco Di Sciullo, professore di Storia del Pensiero Politico Contemporaneo, dell’Università di Messina;
  • Maria Pia Paternò, professoressa di Storia delle Dottrine Politiche, dell’Università di Camerino;
  • Francesco Rimoli, professore di Teoria dei Sistemi Giuridici, dell’Università di Teramo
  • Giulio Salerno, professore di Diritto Pubblico, dell’Università di Macerata.

Tra il 2009 e il 2014, Amnesty International ha registrato torture e altri maltrattamenti in 141 paesi ma, dato il contesto di segretezza nel quale la tortura viene praticata, è probabile che il numero effettivo sia più alto. Nel 2014, 79 paesi hanno praticato la tortura.

La campagna “STOP TORTURA” di Amnesty International porta avanti un lavoro iniziato nel 1972 e che ha contribuito all’adozione, nel 1984, della Convenzione. Quest’anno, 30esimo anniversario della Convenzione, Amnesty International si concentra su tutti i contesti di custodia statale di alcuni paesi in cui pensiamo di poter cambiare significativamente la situazione. Il focus riguardante l’Italia prevede la richiesta che sia introdotto nel codice penale il reato di tortura e si colmi pertanto il ritardo di oltre 25 anni trascorsi dalla ratifica della Convezione contro la tortura.

Ufficio Stampa Amnesty Lazio

Nov
22
Sab
#SOSEurope raccolta barchette @ Formia
Nov 22@17:30–20:15
#SOSEurope raccolta barchette @ Formia @ Villa Comunale di Formia | Formia | Lazio | Italia

Il 22 novembre, dalle ore 17.30 in poi, a Formia presso la Villa Comunale (via Vitruvio) sarà allestito un punto di raccolta delle barchette di carta gialle per la campagna di Amnesty International #SOSEurope per chiedere alle autorità europee un impegno concreto affinché siano rispettati i diritti dei migranti.

Il mese scorso gli attivisti e le attiviste di Formia di Amnesty International aveva promosso a tutta la cittadinanza l’iniziativa di creare barchette di carta e lasciare un messaggio per l’Unione Europea e/o per i migranti.

Appuntamento vicino la fontana centrale.

Link evento Facebook:  https://www.facebook.com/events/595099923935421/

 

L’inferno non esiste?
Nov 22@21:00
L’inferno non esiste? @ TEATRO PALLADIUM | Roma | Roma | Italia

LAURA LATTUADA

in

L’inferno non esiste?

Uno spettacolo di Laura Lattuada

DUE STORIE DI

SUSANNA TAMARO

TEATRO PALLADIUM

Piazza Bartolomeo Romano, 8, 00154 Roma

22 NOVEMBRE 2014 ORE 21:00

BIGLIETTI:

PLATEA EURO 15,00 (RIDOTTO 10,00)

GALLERIA EURO 10,00 (RIDOTTO 8,00)

L’inferno non esiste” e “Di nuovo lunedì” in scena per raccontare le storie di due donne che subiscono violenza nell’ambito familiare. Due storie molto diverse, che hanno come comune denominatore il dolore, la paura di confessare la verità a se stesse e agli altri, e infine la speranza che il racconto possa in qualche modo aiutare chi legge e chi ascolta.

NOTE DELL’AUTRICE:

Quando ho scritto Per voce sola, nel lontano 1990, sentivo il bisogno di parlare del dolore degli innocenti, un dolore che è sempre sulle prime pagine ma che sembra non toccare più i cuori di nessuno. Di nuovo lunedì, il primo racconto del libro parla proprio del destino atroce di una bambina adottata, vittima di una doppia violenza, quella – fisica – del padre e quella psichica – follia? – della madre che, pur di credere a un’apparente felicità, si rifiuta di vedere, di capire quello che ha sotto gli occhi. Quante storie così leggiamo ormai sui giornali.? Violenze, soprusi, persecuzioni, raptus improvvisi che in un attimo distruggono famiglie, vite, speranze. Viviamo ormai in un mondo estremamente schizofrenico e, in quanto tale, pericoloso. La tecnologia ha raggiunto sviluppi difficilmente immaginabili, tuttavia questo sviluppo – che ha in sé molte cose positive – non è stato accompagnato dallo sviluppo parallelo del cuore dell’uomo. Caduto il sistema di valori tradizionali, non ne è ancora sorto un altro, tutto sembra vagare in un’aleatoria libertà, una libertà che cela in sé grandissime sacche di disperazione e di solitudine. E da questa disperazione, da questa solitudine, da questa incomunicabilità che ormai dilaga tra le persone, sempre più spesso esplode, improvvisa e irragionevole, la violenza. Una violenza che cova, repressa, anche nell’animo del marito del secondo racconto. L’inferno non esiste. Un racconto che scandaglia i rapporti malati che spesso si instaurano nelle famiglie, quando il sospetto, la gelosia, l’incapacità ad accettare il mondo dell’altro diventano micce capaci di far deflagrare tragedie impreviste che bruciano non solo la vita di chi le subisce, ma anche di chi la compie.

 Susanna Tamaro

L’Inferno non esiste? è un viaggio nel profondo dell’animo umano, ove le contraddizioni più aspre si fondono, per restituire un’immagine del mondo e dei rapporti familiari vividamente controversa.  Mettere in scena L’Inferno non esiste?, vuole essere un tentativo di raccontare l’odierno tragico quotidiano, per riacquistare, attraverso la fascinazione del palcoscenico, i valori della parola poetica, che crediamo oggi debba imporsi su altri linguaggi che dicono e spiegano, ma non insegnano il senso. Con la sua scrittura poetica e sublime, Susanna Tamaro ci ricorda che le parole bruciano, che le parole si fanno carne mentre noi parliamo, che le parole sono potenze che esercitano su di noi un potere invisibile. Il dittico che compone L’Inferno non esiste? (“L’inferno non esiste” e “Di nuovo lunedì”) è una tragedia greca in un interno borghese: la storia cupa, disperata ed estrema di una donna che nega la propria femminilità; la storia di figlie incapaci di essere madri; la storia di madri e figlie vittime di un universo maschile popolato da orchi. 

Nov
28
Ven
Io Sento, Io Vedo, Io Parlo
Nov 28@21:00
Io Sento, Io Vedo, Io Parlo @ Teatro della scuola Giorgio Franceschi | Roma | Lazio | Italia

Io Sento, Io Vedo, Io Parlo

Teatro della scuola Giorgio Franceschi

Via di Donna Olimpia 45

Venerdi 28 Nov. ore 21:00

In occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione delle violenza contro le donne, gli insegnanti e i genitori della scuola Giorgio Franceschi, con il contributo del coro Doremilady, del Coordinamento donne di Amnesty International, dell’Udi Monteverde e dell’Associazione “L’Altra P…Arte!

organizzano “Io Sento, Il Vedo, Io Parlo”

Con il patrocinio del XII Municipio di Roma e dell’Udi Monteverde.

Lug
2
Gio
LABORATORI SUI DIRITTI UMANI @ Formia
Lug 2@17:30–Lug 3@19:00

18018_887036831343040_8953959901866531011_n

Il 2 e 3 luglio dalle ore 17.30 alle ore 19.00, a Formia  (Vico Anfiteatro Romano – Cancello di Castellone), in occasione del Festival Internazionale del Teatro per Ragazzi organizzato ogni anno dalla Compagnia Teatrale Bertolt Brecht, il Gruppo 277 di Amnesty International organizza dei LABORATORI SUI DIRITTI UMANI per ragazze e ragazzi dagli 8 ai 13 anni.

E’ possibile iscriversi ai laboratori, compilando il modulo che trovate al seguente link:

http://www.teatrobertoltbrecht.it/pdf/modulo_laboratori_cancfav2015.pdf e inviandolo a  tbbcomunicazione@gmail.com

I laboratori saranno i seguenti:

2 Luglio – IL CALENDARIO DEI DIRITTI UMANI: realizzazione di un calendario con le date fondamentali per i Diritti Umani

3 Luglio – MARIONETTE RACCONTANO UNA STORIA: rappresentazione di una storia con pupazzi; condivisione sui Diritti Umani

Info: gr277@amnesty.it

 

Ago
28
Ven
Amnesty @ Teatri d’Arte Mediterranei di Formia
Ago 28@19:15–Ago 30@23:45

Dal 28 al 30 agosto 2015, la città di Formia (LT) ospita l’XI edizione di TEATRI D’ARTE MEDITERRANEI, una tre giorni di letture, mostre, laboratori, concerti e spettacoli teatrali a cura della Associazione Culturale Bertolt Brecht di Formia.

Da circa sei anni il gruppo locale di Amnesty International partecipa alle iniziative della A.C. Bertolt Brecht.

Quest’anno rinnova la partecipazione alla manifestazione, in memoria di Mario Piccolino, con uno stand informativo. Gli attivisti e le attiviste proporranno al pubblico di firmare l’appello per la liberazione di Raif Badawi, illustreranno le attività svolte per i Diritti dei Migranti e le modalità per diventare ATTIVISTA di Amnesty International, in difesa dei Diritti Umani in Italia e nel mondo.

Info: gr277@amnesty.it

Al seguente link è possibile visionare l’intero programma della manifestazione:

http://www.teatrobertoltbrecht.it/tam_2015.html

10610517_755483681165023_296622096761908401_n

 

Mar
6
Dom
Femminile&Maschile: armonia degli opposti. Workshop a cura di Amnesty International
Mar 6@18:45–20:30

Domenica 6 marzo dalle ore 18.45 alle ore 20.30 presso le sale della Parrocchia Santo Stefano Primo Martire (via dei Frassini) a Gaeta (LT), attiviste e attivisti di Amnesty International organizzano un incontro dal titolo “Femminile & Maschile: armonia degli opposti – Workshop sulle sfide e potenzialità delle relazioni”, in occasione della campagna di Amnesty “My Body My Rights” e in cui sarà possibile dare una offerta libera che sarà destinata a contrastare il fenomeno delle Spose Bambine in Italia e nel mondo.

mbmr

Esistono due principi universali che nella loro interazione sono la causa di tutta la creazione: il femminile e il maschile, a volte relazionati con Ying e Yang. Questi due principi si trovano dentro ognuno di noi, uomini e donne. Conoscere l’essenza di questi principi ci aiuta a non avere pregiudizi e a scoprire la necessità di assumere entrambi dentro di noi, come manifestarli, integrarli e onorarli.

“Nel workshop” – come spiega Claudia Casanovas, professionista del settore – “si andrà ad individuare la relazione esistente tra i due principi e come poterli armonizzare tra loro”.

“Si vedrà come questa armonia interiore”, continua Casanovas, “sia un potente passo verso la risoluzione dei conflitti e verso l’armonia nelle nostre relazioni affettive con gli altri”.

Si consiglia di indossare abiti comodi.

Info e prenotazioni: 3395763076 (Claudia), 3315386862 (Annalisa), 3495457563 (Viviana) oppure presso la Parrocchia (chiedere a don Stefano).

Al termine dell’incontro, sarà offerto un mini rinfresco dal gruppo Amnesty locale.

 

Ago
26
Ven
I WELCOME: accoglienza e integrazione
Ago 26@22:00–23:45

Venerdì 26 agosto alle ore 22,00 presso il Salottino Culturale di “Lungo il Tevere Roma” (Lungotevere Ripa, altezza Ponte Palatino), attiviste e attivisti di Amnesty International Lazio presentano l‘incontro informativo dal titolo “I WELCOME: accoglienza e integrazione”, con ingresso gratuito.

In vista del vertice ONU di settembre sul tema dei migranti verranno approfondite le posizioni di Amnesty International grazie all’intervento di Antonella Castronovo, Campaigner di Amnesty Italia specializzata in migrazioni internazionali.

26-agosto

Durante la serata interverranno:

Alessia Pecchioli, attivista di Baobab Experience, un gruppo di volontari privati cittadini che quotidianamente si ritrova ad accogliere migliaia di migranti transitanti, all’interno del Centro Baobab in Via Cupa a Roma, supportati da associazioni mediche e legali di volontariato;

Lazrack Benkadi di Refugees Welcome Italia, una rete di professionisti il cui unico obiettivo è quello di contribuire a creare un nuovo modello di inclusione attivo e positivo nella società italiana per i richiedenti asilo e rifugiati; e Suleman della Cooperativa Sociale Barikamà, un progetto di micro reddito gestito da ragazzi africani, che combatte lo sfruttamento nelle campagne per raggiungere l’autogestione nel lavoro e l‘inserimento sociale.

Accoglienza, supporto, inclusione attiva, integrazione….questi saranno i temi che verranno evidenziati al Salotto Culturale dei Diritti Umani.

Modererà l’incontro Patrizia Musicco, attivista di Amnesty International Lazio.

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/490333987757750/?notif_t=plan_admin_added&notif_id=1471947400344107

Set
10
Sab
Amnesty International @ Terracina Book Festival
Set 10@19:30–23:30

Sabato 10 settembre alle ore 20.00, in occasione della settima edizione del Terracina Book Festival, attiviste e attivisti di Amnesty International saranno presenti con uno stand informativo presso l’incontro dal titolo “La tragedia dei desaparecidos: una ferita ancora aperta a quarant’anni dal colpo di stato civico-militare in Argentina“.

terracinabook

Saranno presenti all’incontro: Claudio Fava
vicepresidente della Commissione antimafia e autore del libro “Mar del Plata” (ADD editore)

Francesco Caporale
procuratore aggiunto di Roma e autore del libro “Note a margine di tre processi” (24marzo ONLUS)

Federico Tulli
giornalista e autore del libro “Figli rubati. L’Italia, la Chiesa e i desaparecidos (L’Asino d’Oro)

Modera: Cesare Rinaldi, giornalista pubblicista.

Nella tre giorni della kermesse letteraria sarà anche possibile firmare per la campagna di Amnesty International “Verità per Giulio Regeni” e informarsi su come attivarsi in prima persona per i diritti umani nella città di Terracina.

Info: gr277@amnesty.it / ai.lazio@amnesty.it

Nov
27
Dom
RIGHTS UP FOR THE EARTH
Nov 27@21:00–23:30

Domenica 27 novembre ore 21 presso il FOLLYK PUB (Vicolo della fontana 1, 00198 Roma; Linea bus:88, 66 Linea tram: 3, 19), attiviste e attivisti del Gruppo Giovani Roma Nord di Amnesty International organizzano una serata di musica ed arte. Il tema sarà il rispetto dei diritti umani più legati all’ambiente, approfondendo la campagna “Giustizia per Berta“.

gg100-27-nov2016

In questa occasione si dà la possibilità a chiunque di realizzare una o più foto esplicative di cosa sia l’ambiente e qual è il suo rapporto con la propria terra. Le foto dovranno essere inviate, con un titolo e una didascalia, all’indirizzo email: amnestygiovaniromanord@gmail.com entro il 20 novembre alle ore 19.00. Dal giorno successivo partirà un Contest sulla bacheca Facebook dell’evento e le 10 foto che riceveranno più “LIKE” saranno esposte durante la serata del 27 novembre.

Tra queste, durante la serata sarà decretata la foto vincitrice che riceverà in premio un panettone Amnesty “Fiasconaro” e un drink e la sua foto sarà pubblicata nei canali di Amnesty International Italia.

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1790727084543912/

 

Prossimi eventi

Non ci sono eventi imminenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi